Per tutti gli amanti della cucina etnica ... o per chi, semplicemente, vuole provare qualche ricetta nuova ... per coloro che vorrebbero saperne di più a proposito di altre Culture ... Beh, questo blog fa proprio per Voi! Seguitemi e vi aiuterò a scoprire cosa c'è dall'altra parte del mondo

mercoledì 27 giugno 2012

Okonomiyaki: un MUST della cucina giapponese


Ciao a tutti!
In occasione della mia partecipazione al CUSplay Pisa di questo fine settimana, ho deciso di dedicare questo nuovo post ad un piatto molto conosciuto ed amato della cucina giapponese: l’okonomiyaki.
L’okonomiyaki può essere paragonato ad una sorta di pizza nipponica. 
Il termine stesso significa "quello che ti piace, cotto alla piastra".
Per avere maggiori informazioni al riguardo
leggete l’articolo pubblicato nel mio sito
Ad ogni modo, per farla breve, l’okonomiyaki può essere preparato principalmente in 2 modi: Kansai Fu e Hiroshima Fu.
Dando un’occhiata qua e là in blog e siti italiani, 
ho notato che la tendenza a preparare l’okonomiyaki alla maniera di Kansai è maggiore. 
Io stessa l’ho preparato così più volte. 
Non so perché, forse perché ritenuto (erroneamente) più semplice.
A maggior ragione ho deciso di cimentarmi nell’altra versione,
quella “alternativa”, 
dimostrandovi quanto sia facile e, a mio avviso, più gustosa!

Allora, cosa ne pensate della foto sopra? 
Siete pronti a preparare voi stessi a casa qualcosa di simile? 
Dai, cominciamo! ^_^

Ingredienti 2 okonomiyaki:
1 tazza abbondante di farina
Brodo dashi (preparato con il dado granulare)
Cavolo tagliato a striscioline
Cipollotto tagliato a rondelline
1 tazza di germogli di soia (lavati e strizzati)
6 fettine di pancetta affumicata
Yakisoba

Maionese qp giapponese
Alghe nori sminuzzate
Katsuobushi a scaglie


Cominciate preparando il brodo dashi: disciogliete un po’ di dado granulare in 1 ½ tazza di acqua calda e fate cuocere brevemente. Dopodiché mescolate il brodo con la farina fino ad ottenere una pastella. Fate attenzione in quanto pastella non deve avere grumi (quindi fate sciogliere bene la farina) né essere troppo compatta. Un po’ come se stesse preparando una crepes!
Brodo dashi caldo

La pastella è prontaaaaa!
Fate scaldare dell’olio in una padella (ricoprite tutta la superficie senza però esagerare!) e mettete un cucchiaio di pastella. Aggiungete sopra i germogli di soia e le strisce di cavolo (quantità a piacere). Lasciate cuocere un attimo.

Contemporaneamente preparate la yakisoba. Nel mio caso ho versato la soba già precotta in una padella aggiungendo un bicchiere d’acqua e il condimento in polvere (yakisoba sauce liofilizzata). Bastano pochi minuti di cottura.
Versate tutto il condimento e aggiungete l'acqua

Lasciate cuocere fino a quando verrà assorbita



A questo punto aggiungete sopra alla vostra okonomiyaki le fettine di pancetta. Versate di nuovo un po’ di pastella e, con l’aiuto di una spatola, capovolgete l’okonomiyaki.

Fate attenzione a non romperlo
Abbassate la fiamma e continuate la cottura per qualche minuto. Vedrete che questa volta la pastella farà prima a solidificarsi.
Sempre con l’aiuto della spatola mettete l’okonomiyaki sopra alla yakisoba e pressate bene per un minuto.


Ricopritela con l’okonomyaki sauce (abbondate pure), il katsuobushi a scaglie (il calore lo riporterà “in vita”), l’alga nori sminuzzata, le rondelline di cipollotto e decorate il tutto con la maionese.

Abbondate con la salsa per Okonomiyaki!
E adesso una bella spolverata di Katsuobushi
  Ed ecco che potete gustarvi una VERA okonomiyaki fatta a casa!




Note:
1)      Per quanto riguarda la farina io ho utilizzato il preparato già pronto per okonomiyaki visto che ne avevo ancora un po’ in negozio. Ma potete tranquillamente utilizzare della nomale farina;
2)      per preparare il brodo dashi ho utilizzato il dado granulare;
3)      per la yakisoba io ho usato quella istantanea della marufuji con all’interno la bustina con la sua salsa (detto anch’esso yakisoba sauce). Tuttavia potete preparare direttamente voi a casa la yakisoba cuocendo la soba e aggiungendo poi come condimento la yakisoba sauce otafuku;
4)      alghe nori e katsuobushi in scaglie cono facoltativi ma, vi assicuro, che fanno la differenza!!!

3 commenti:

  1. ciao...complimenti per il tuo blog...ti seguo molto volentieri..xke non passi nel mio se vuoi??
    http://lericettedimarty.blogspot.it/
    se vuoi aggiungimi pure su facebook cosi possiamo tenerci sempre in contatto :)))
    https://www.facebook.com/martina.rossi.1481?ref=tn_tnmn

    RispondiElimina
  2. Ciao, ho pensato ti facesse piacere sapere che ho parlato del tuo blog in un post dedicato a blog e siti di cucina giapponese. Trovi il post qui: http://le-ricette-della-nonna.blogspot.it/2014/08/blog-e-siti-di-cucina-giapponese.html

    Ciao, Monia.

    RispondiElimina
  3. wow!!! ha un aspetto invitante davvero irresistibile, felice di averti incrociata oggi se ti va vienimi a trovare ciao rosa
    kreattiva

    RispondiElimina

" Viaggiando non solo con il Corpo...
ma anche con il Gusto ! "
Seguitemi...e ve ne accorgerete!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...